"Diana mormorò la canzone ed era come il ronzare delle api, come il rumore di una trottola o di un arcolaio che filava la vita. Lei filò la vita di ogni umano, tutto passava dalla ruota del suo arcolaio."

(Charles G. Leland)

 

Il progetto Dodici Lune di questo 2021 abbraccia l'immagine della strega. Connessa ai culti lunari e alla celebrazione del femminino, quella della strega è sempre stata una figura spesso vittima di pregiudizi e vessazioni di tipo ideologico, un simbolo della libertà femminile a cui non si poteva permettere espressione, e su cui si caricavano pesi morali e religiosi atti ad annientarne le possibili manifestazioni.

Ogni mese omaggerò quindi con una mia creazione una delle tante figure che appartengono alla mitologia e alle leggende delle streghe, per offrire una mia libera reinterpretazione di quello che l'immaginario femminile oltre le etichette che spesso gli hanno attribuito.

 

La prima creatura ad aprire le danze è Aradia, figura del folklore europeo di cui abbiamo testimonianza scritta solo attraverso il lavoro di Charles Leland, di cui potere leggere in modo più approfondito nel mio blog. 

 

Aradia è nella tradizione figlia della dea Diana, che manda sua figlia sulla terra per insegnare alle donne la stregoneria come forma di resistenza sociale. E' indubbiamente questo l'aspetto più affascinante di questa figura, di cui tutto il resto, dal nome, all'identificazione all'origine restano oscuri. La sua figura messianica  scardina ( e quindi sciocca) la cultura religiosa  patriarcale e dileggia il potere e i potenti.  E' qualcosa che appartiene alle dee più antiche, padrone di se stesse, soprattutto di quelle connesse al culto lunare, che le rendeva vigili delle fasi della vita, dalla nascita alla morte.

 

La mia Aradia affonda le sue radici nella madre Diana, e nel cammeo 30x40 mm le ruba le fattezze di giovane creatura dei boschi, coronata di luna. E' semplice, perché è così che sfida il potere costituito: si adorna quindi solo di una falce, sorretta da un connettore a V con volto femminile, e da un doppio giro di catena - a maglie diverse - intervallata da sfere di agata aura, la cui luce ha una particolare qualità selenica.

 

Aradia ha lo spirito della gioventù, la sua energia, quella sempre pronta ad andare "contro" ciò che è stabilito. La sua saggezza è la saggezza di tutte le donne che si tramandano le tradizioni attraverso i tempi, ma sa che il suo cuore dev'essere ardente come quello di una Diana in caccia se vuol tenere vivo il suo messaggio. Sempre pronta. Sempre aperta.

La missione di noi donne è un po' questa: siamo fili all'interno di trame antiche, eppure sempre dobbiamo guardare sempre oltre. Al centro di difficili battaglie. Spesso in lotta con noi stesse, necessitiamo di quel "pizzico di strega" che ci restituisca il nostro centro, lì nel cuore del nostro valore, ognuna splendente come tutte siamo. 

Dodici Lune - Aradia

€ 42,00Prezzo
  • Componenti metallici in lega per bigiotteria nickel free.

    Vetro.

    Pietre naturali.