"Anticamente, per chi profanava un bosco sacro in certi casi c’era la pena di morte, perché dagli alberi erano nati gli dèi e gli uomini."

Mario Rigoni Stern

 

Il legame tra boschi, sacralità e divino è tra i più antichi del mondo. Molte figure mitologiche avevano corrispettivi e simbologie nel mondo vegetale: non a caso, all'origine del mondo c'è sempre un albero. 

Sono particolarmente affascinata dall'immaginario delle driadi, ninfe delle querce, e poi degli alberi in generale. Nella mitologia greca celebravano l'energia rigogliosa delle piante, ed erano spesso raffigurate parzialmente fuse con il tronco delle piante. 

Per Dryad ho scelto l'immagine di una divinità femminile ritratta da un talento femminile, qui in un cammeo 38x19 mm realizzato con tecnica vetro su stampa, esaltato da un pendente di labradorite lavorata a forma di foglia: i suoi riflessi spaziano dal blu al verde al giallo, e sposano i dettagli del ritratto, evocando la magia di uno spirito che pervade ogni forma di vita.

Il messaggio dell'albero è ribadito anche dalla piccola medaglietta ovale che decora la parte alta di questa composizione: il tutto, montato con una catena robusta, è segno di un legame che attraverso i tempi e le modalità resta comunque indistruttibile. 

[La forma del bosco] Dryad

SKU: TRAD006
€ 36,00Prezzo
  • Componenti metallici in lega per bigiotteria nickel free.

    Vetro

    Pietre naturali.