"Dalle mura a un tiro d’arco or cavalca tra i covoni ed il sol tra la verzura fa risplendere gli ottoni della fulgida armatura del fiero Lancelot..."

(Lord Alfred Tennyson)

 

Per la collezione evento "Parola di..." ecco un omaggio a un'opera di Alfred Tennyson, che rielabora in ambito romantico un soggetto arturiano. La trama del poemetto narra di Elaine di Astolat, vittima di una maledizione che la condanna a morire se mai guarderà verso Camelot. Vive reclusa nella sua torre e osserva il mondo fuori da uno specchio. E' attraverso questo strumento che un giorno vede messer Lancillotto, di cui si innamora. Capisce altresì di essere stanca della sua esistenza, ma guardando direttamente fuori con i suoi occhi subisce la condanna che l'aspetta. Con gli ultimi suoi respiri decide di recarsi in barca a Camelot, dove arriva già morta. 

 

La storia della dama di Shalott che rinuncia alla propria vita, possibile solo nella prigionia della sua torre, pur di poter guardare direttamente l'amato Lancillotto, fu fonte di grande ispirazione per i pittori preraffaelliti, che la raffigurarono svariate volte. Una di queste versioni è al centro di questa collana dal gusto retrò e romantico, con cammeo handmade 30x40 mm, tecnica vetro su stampa, charm a corona in bronzo, con pendente in perla barocca, e catena realizzata intervallando agli anellini due tipi di cristalli color beige, per una lunghezza totale di 50 cm circa (25 cm per lato).

 

La figura di questa donna, sotto la patina intrinsecamente romantica, ha un'enorme forza simbolica. La sua maledizione nasconde la condizione reale di tutti coloro che sono costretti a vivere di ombre e riflessi, per paura di pagare il prezzo di scelte coraggiose. Dietro il suo languaggio aulico, e nonostante il finale tragico, il poema nasconde quindi un messaggio contro uno status quo insoddisfacente, per quanto a tratti pratico.

E' questa la visione che accompagna la mia creatura: fuori dalla torre c'è la realtà vera, non il suo riflesso. Il nostro fato è quello che scaturisce da scelte personali, e non da obblighi che ci pesano addosso come maledizioni. La corona è il simbolo di quello che è il nostro regno, il nostro viaggio, la nostra vita: non sarà facile governarlo ma sarà meglio di qualunque inganno o prigione. 

 

 

"E' il fato che mi prende" fa parte dell'evento "Parola di..." e potrà essere acquistato solo a partire dalle ore 17 del 28 gennaio alle seguenti condizioni:

1) Tutti i pezzi disponibili di questo evento sono raggruppati in un'unica collezione denominata "Parola di..." all'interno del sito. Saranno visionabili in anteprima appena disponibili, ma potranno essere acquistati solo ed esclusivamente a partire dalle ore 17.00 del 28 gennaio.

2) Solo per le 48 ore di durata dell'evento le spese di spedizioni al costo di 8 euro daranno diritto ad una spedizione di tipo espresso, invece che standard.

3) Il primo acquirente assoluto da questo evento riceverà un omaggio a sorpresa a tema con l'evento.

3) Se fate parte del mio fangruppo Facebook o se siete iscritti alla mia newsletter, acquistando da questo evento riceverete una piccola stampa formato 10x15 cm con una citazione letteraria. Siete pregati di notificare la vostra affiliazione con una nota all'ordine. 4) Condividete il vostro acquisto da questo evento su Facebook o Instagram taggando Hic Sunt Monstra (@hicsuntmonstra ) e vi attribuirò un buono sconto del 10% su un prossimo acquisto!

5) All'evento non saranno applicati altri sconti o condizioni speciali, tranne quelli citati.

 

 

[ENGLISH]

 

For "Parola di (Word of)" collection, here is a tribute to a poem by Alfred Tennyson, who elaborates an Arthurian subject into a  Romantic context. The story of the Lady of Shalott who renounces her life, possible only in the imprisonment of her tower, in order to be able to look directly at her beloved Lancelot, was a source of great inspiration for the Pre-Raphaelite painters, who depicted her several times.

 

One of these versions is at the center of this necklace with a retro and romantic taste, with handmade 30x40 mm cameo, glass on print technique, a bronze crown charm with baroque pearl pendant, and chain made by interspersing mesh with beige crystals, for a total length of about 50 cm (25 cm per side).

 

The figure of this woman, under the intrinsically romantic patina, has enormous symbolic strength. Her curse hides the real condition of all those who are forced to live by shadows and reflections, for fear of paying the price of courageous choices. Behind its courtly language, and despite the tragic ending, the poem therefore hides a message against an unsatisfactory status quo, albeit at times practical.

This is the vision that accompanies my creature: outside the tower there is true reality, not its reflection. Our fate is what arises from personal choices, and not from obligations that weigh on us as curses. The crown is the symbol of what our kingdom is, our journey, our life: it will not be easy to govern it but it will be better than any deception or prison.

 

"E' il fato che mi prende" belongs to "Parola di.." collection and can be purchased only starting from 5pm of the 28th of January, for 48 hrs at very special conditions. 

[Parola di] - E' il fato che mi prende

SKU: TRAD038
€ 36,00Prezzo
  • Componenti metallici in lega per bigiotteria nickel free.

    Vetro.

    Cristalli.

© 2020 by Hic Sunt Monstra. Proudly created with Wix.com

Hic Sunt Monstra di Simona Bonanni - P.Iva 06499490487

Sede legale: via Giuseppe Becherini 115 - 59100 Prato (PO)

E-mail: info@hicsuntmonstra.it

Cookie Policy     Privacy Policy  

  • Facebook Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon