L'inverno ha una magia tutta sua.

È una magia fatta di natura, di leggende, di storie raccontate attorno al fuoco. Ammantata di neve luminosissima, e di giornate brevi. Di notti gelide e di profumi caldi.

L'inverno è una stagione che mi affascina e mi cattura.

Vi racconto un po' del suo fascino in questa piccola collezione che ho chiamato Winter Lore, un modo tutto mio per omaggiare l'inverno e costruire una sua poetica.

 

In occasione del solstizio d'inverno arriva sullo shop questa collana ispirata alla dea celtica  Cailleach, e che della Cailleach porta il nome, traducibile come "vecchia" o anche "megera". La Cailleach è conosciuta anche come Beira, ed è una vera regina dell'inverno. 

 

La sua è una leggenda di creazione, legata soprattutto agli incredibili paesaggi  scozzesi: dirupi, montagne e scogliere a cui questa vecchia signora avrebbe dato vita passeggiando sulle sue terre con energico piglio. Ma la Cailleach è legata anche alla distruzione: è infatti nota anche come signora delle tempeste, che in quei luoghi non sono mai particolarmente gentili. Come molte divinità ancestrali, in lei convive un lato luminoso e uno oscuro, la vita e la morte, la rinascita e il cambiamento.

 

In quanto spirito dell'inverno, la Cailleach pascola i cervi, e con il suo bastone gela il terreno. È a questo immaginario che mi sono ispirata per dare vita alla mia creatura, a partire da un medaglione in agata dendritica: la sua superficie sembra un terreno ghiacciato sul quale affiorano elementi vegetali.

Il pendente si unisce ad un connettore a forma di stella, squisitamente traforato.

Un secondo pendente è realizzato tramite un cammeo di 30 mm, tecnica vetro su stampa, raffigurante la silhouette di un cervo, montato con un connettore a corna.

Entrambi le catene sono realizzate intervallando maglie e sfere di agata bianca. 

La catena più lunga misura 60 cm circa (30 cm per lato).

La catena più corta misura 40 cm (20 cm per lato).

 

L'inverno è spesso raffigurato come una presenza anziana, che ha percorso tutto l'anno ed è consumata dai suoi rigori. Ma a differenza di ciò che accade per gli umani, il tempo della natura nutre in sé i germi della sua mutazione: in questo caso l'esplosione di una nuova primavera/gioventù. È anche questo il senso del giorno più corto dell'anno: una contrazione che infine si rigenera e risorge. Qualcosa che non è mai sconfitto. Una danza che non perde il passo. 

Winter Lore - Cailleach

€ 55,00Prezzo
Tonalità metallo: Argento
Esaurito
  • Componenti metallici in lega per bigiotteria nickel free.

    Vetro.

    Pietre dure.