top of page
  • Simona

Luna Piena del Raccolto

Ciao, sono Simona, le mani, la mente e il cuore dietro al progetto Hic Sunt Monstra, e questo è il mio blog, dove vi parlo prevalentemente di artigianato e ispirazione. Scrivere è una mia grande passione, spero di riuscire ad coinvolgervi nel mio lavoro anche tramite i miei post.



Che grande passione è per me la Luna.

Quanti aspetti di lei mi affascinano e mi conquistano: i misteri, la mitologia e le leggende a lei legate, l'immaginario che la sua luce genera, i legami con temi e bisogni antichi e profondi.


Scrive Emiliano Russo nel suo volume/agenda "La magia della Luna": "L'universo si accorse che c'era bisogno di magia nel mondo, così creò la Luna, che divenne la prima Strega".

Questa frase è stata per me illuminante. Sono infatti convinta che sia davvero successo così, e che di quell'energia noi abbiamo ancora tanto bisogno.




Il viaggio attraverso le lune della tradizione folkloristica, che propongo nella mia collezione Lùnica così come su questo blog, è frutto di questa mia passione, e rappresenta un percorso a tappe per ricostruire la storia di parte dell'immaginario umano, quello più legato alla terra, ai cicli della Natura, e a un tempo speso a seguire ritmi che oggi ci sembrano così distanti dal nostro modo di vivere.

Capire quelle tradizioni è darsi la possibilità di interpretare con occhio diverso certi desideri, certi bisogni universali che ci portiamo dentro: qualcosa che sta tra una pausa di riflessione e una ricerca di Poesia in un mondo che sembra essere sempre più arido di Meraviglia.

E la Luna, che da sempre è compagna della vita e del tempo, ci ricorda, con le sue metafore e la sua simbologia, che siamo tutti connessi a qualcosa di più grande dei nostri spazi abituali e delle nostre quotidiane certezze. Da regina delle stagioni, dei ritmi della Natura, dei cicli delle semine e dei raccolti è diventata anche signora dei racconti, dei misteri, delle pulsioni spirituali che ogni creatura umana porta in sé.



La Luna ha anche un altro grandissimo potere: quello di farci sognare.

E questo è un altro dei motivi per cui alla Luna dedico parte della mia creatività, interpretando, anche per questo mese di settembre, la Luna Piena della tradizione: la Luna del Raccolto.

Nota anche come Luna del Vino, o Luna del Cambiamento, è la Luna che identifica la transizione tra gli ultimi giorni d'estate e i primi sentori d'autunno. Il raccolto che le dà il nome è quello delle ultimissime messi, ma soprattutto dei frutti della nuova stagione, dell'uva succosa e dei frutti più dolci.


A questa Luna ho legato il messaggio "attraverso l'estasi trova il tuo equilibrio": la magia di questo momento, infatti, è associata alla transizione, all'armonia e alla celebrazione dei nostri traguardi, in vista di una discesa nella quiete e nel riposo dei mesi più freddi.


La Luna del Raccolto identifica un importante passaggio, quella tra la vitalità estiva, proiettata verso il fuori, e l'inizio di un cammino verso il dentro, verso il basso, verso una dimensione più intima e ombrosa.

È un processo che richiede un'importante equilibrio tra luci ed ombre e una fondamentale consapevolezza delle nostre capacità più segrete.

Come nei campi dopo il raccolto, è importante fare pulizia, fuori e dentro di noi, per non portare in questa nuova fase della nostra vita ciò che non ci serve più, o che addirittura può intralciare i nostri passi.

A questo approccio serve stabilità, ma non dimenticate di condirla con un pizzico di follia e leggerezza. È importante poter celebrare in libertà tutto quello che abbiamo raccolto finora, e apprezzare con gioia le capacità che ci hanno sostenute.


Sì, c'è una componente frizzante e godereccia nelle prime atmosfere autunnali. Non a caso questa Luna ricorda anche le vigne, il raccolto dell'uva, il vino, e celebra la figura di Dioniso, e l'estasi ebbra nella quale ritroviamo noi stesse. L'estasi aiuta a lasciar andare, aiuta a liberarsi delle rigidità, aiuta a riscoprire una creatività fluida e benefica. L'estasi ci aiuta a varcare il velo dei nostri angoli più misteriosi, a trasformare le nostre abitudini ormai irrigidite in nuova Meraviglia.


L'autunno, nonostante il pensiero comune, è una stagione molto vitale e magica: è che la sua magia prende insolite direzioni, che vanno comprese. Questo è il periodo perfetto per cominciare ad affondare le dita nella terra, dove c'è buio, e immaginare di ritagliarsi uno spazio per l'anima, che avrà sempre più bisogno di riposare e sognare.

È un ciclo che ricomincia, là dove per mesi non eravamo più state. Qualcosa che, se ben osservato, ci stupisce ancora oggi, così come stupiva gli Antichi, sempre rivolti ai ritmi della Natura.




Per approfondire le curiosità su questa Luna Piena, ecco alcune riferimenti tradizionali a lei legati.

Alla Luna del Raccolto si associano:

  • il viola intenso dell'uva, colore legato anche alla nostra dimensione più spirituale e sacra;

  • il vino, simbolo sacro di tantissimi culti, e bevanda cara a Dioniso. È il tramite per la nostra estasi. frutto delle ultime fatiche. Esprime il bisogno di ogni essere umano di fermarsi e festeggiare i propri traguardi;

  • l'edera, altra pianta cara a Dioniso. L'edera ha la caratteristica di crescere tra ombra e sole, e simboleggia l'adattabilità e la creatività, nonché la capacità di farsi strada attraverso gli ostacoli, aggrappandosi a qualunque supporto;

  • il numero nove - numero sacro, multiplo del tre, raffigura saggezza, potenza e virtù, oltre che l'energia che germoglia verso il basso. In questo senso simboleggia l'Invisibile che si rende manifesto a livello terreno;

  • la carta dei tarocchi della Temperanza: è la figura che unisce gli opposti, che guarisce gli squilibri e che alchemicamente trasforma le nostre esperienza in una nuova intuizione.


Letture consigliate:

  • Karoly Kerenyi - "Dioniso. Archetipo della vita indistruttibile" - ed. Adelphi

  • Alessandro Vanoli - "Autunno. Il tempo del ritorno" - ed Il Mulino

  • Nicolò Targhetta - "Hedera" - ed. Becco Giallo

  • Litt Woon Long - "La via del bosco. Una storia di lutto, funghi e rinascita." ed. Iperborea



Il leitmotiv della collezione Lùnica per quest'anno sono le Lune Piene della tradizione folkloristica. Ogni creazione uscirà il giorno stesso della Luna Piena o, in caso caschi di weekend, o di festa, o a seconda di alcune mie esigenze, qualche giorno prima della stessa.

Sul blog uscirà invece un articolo di riflessioni e riferimenti relativi ad ogni singola Luna.

Trovate la collezione Lùnica qui sul sito.



Link Utili:



Comments


bottom of page