• Simona

This is Halloween: libri, canzoni e film per il 31 ottobre


Halloween è una festa alla quale sono legata da moltissimi anni.

In Italia non era ancora commercialmente esplosa che io già la celebravo in sordina, perché amavo un certo tipo di cultura che con Halloween ha molte tematiche e atmosfere affini.

Oggi forse non avrete bisogno di questo post in cui vi consiglio cinque libri, cinque film e cinque canzoni per il 31 ottobre, perché i suggerimenti che ci arrivano riguardo sono ormai ovunque. Pur tuttavia prendetelo come una chiacchierata tra amici, nella quale la mia scelta arriverà direttamente dal cuore per raccontarvi, in qualche modo, anche un pezzetto di me e del mio background.

La speranza è di riuscire a far conoscere almeno a qualcuno di voi qualcosa di nuovo e inaspettato.

Cominciamo dalla musica?


La musica è indispensabile per creare l'atmosfera adatta, per una cena a tema, una festa o anche la lettura di quel libro un po' creepy. In verità non tutte le canzoni adatte al 31 ottobre devono essere per forza spaventose. Semplicemente basta che evochino un sentimento inquieto e oscuro, come ad esempio "Love you to death" dei Type O Negative, uno spiraleggiante viaggio nel buio squarciato semplicemente dal lume delle candele, o "Dragula" di Rob Zombie, che sposa un ritmo di marcia ad un immaginario horror da B-movie .

Se amate il rock "vintage" non potete non includere una pezzo come "Season of the witch" di Donovan (qualcuno di voi avrà già notato che la cito spesso), mentre se avete un animo punk "Pet Sematary" dei Ramones è quello che fa per voi.

Cinque canzoni non bastano certo a soddisfare il vostro bisogno di musica, ma dovendo darmi un limite direi che assolutamente in questa lista non può mancare "This is Halloween" di Danny Elfman, direttamente da quel capolavoro di film che "Nightmare before Christmas".


E così mi sono creata il passaggio verso altri cinque preziosi consigli, stavolta riguardo al cinema. Quando si parla di Halloween, e quindi di film horror, c'è la possibilità di non accontentare tutti i gusti: ci sono quelli che amano le atmosfere dark ma non la violenza, chi cerca il brivido ma non il sangue: cercherò di darvi una panoramica di titoli un po' per tutti i gusti, e di farvi sapere che tipo di film sono così da farvi evitare visioni sgradevoli.

Cominciamo con "Trick'r Treat" di Michael Dougherty, un film carico di tensione e di elementi gore che racchiude, in diversi episodi comunque collegati tra di loro, tutta una serie di leggende metropolitane legate all'Halloween americano. Imperdibile se amate l'ambientazione da piccola cittadina la notte del 31 ottobre, e se non avete problemi di stomaco.

Atmosfere più ricercate ma tanta tanta tensione per "The Orphanage" di Juan Antonio Bayona (vi ricordate il periodo in cui la Spagna sembrava la nuova Mecca della cinematografia de paura?). Spero abbiate un divano comodo, così non vi farete male con tutti i salti che questo film vi provocherà.

Se non lo avete mai visto, forse il 31 ottobre potrebbe essere la serata giusta per affrontare "The Blair Witch project", titolo arcinoto, capace di sconvolgerci ancora, a distanza di tanti anni (e, personalmente, di svariate visioni) senza mostrare praticamente nulla di che.

Torniamo invece ad un consiglio per gente tosta: "Alta tensione" di Alexandre Aja, oggi famoso regista di genere, ma che con questo film terrificante si è fatto conoscere al grande pubblico, nel lontano 2003. Uno slash intelligente che lascia il segno soprattutto con il finale.

Volete un delirio classico, pieno di fascino e inquietudine? Vi consiglio un film vecchio ma senza età: "Gothic" di Ken Russel. Ispirato alla famosa notte a Villa Diodati in cui nacquero i germi di Frankenstein e del Vampiro di Polidori, questa pellicola vi lascerà addosso una patina visionaria e conturbante.


E se invece avete deciso che il 31 lo passerete con il naso dentro a un libro? Ecco una piccola rosa di titoli pescati personalmente dalla mia biblioteca.

Premesso che a me moltissimi libri di Bradbury restituiscono un'atmosfera autunnale, inquieta e nebbiosa, per questo periodo è assolutamente perfetto leggere "Il popolo dell'autunno". Una strana giostra arriva a Green Town, mentre un gruppo di ragazzini si appresta a vivere un'avventura che li cambierà per sempre.

Se amate la saggistica potrebbe essere perfetto il volumetto di Jean Markale "Halloween: storia e tradizioni". Si legge veloce ed è ricco di spunti interessanti.

Amate l'orrore sottile e raffinato? Non può allora mancare nella vostra libreria "Abbiamo sempre vissuto nel castello" di Shirley Jackson. Dirvi qualcosa di più potrebbe rovinarvi il pathos.

Vi piace lo stile alla Stephen King e vi piacerebbe una storia ambientata in Italia? Dovete allora assolutamente recuperare "L'estate di Montebuio" di Danilo Arona: l'orrore che si nasconde nelle piccole comunità, ormai lo sappiamo, è sempre il più profondo.

E i vampiri che facciamo, non li citiamo? Come no, anzi, vi lascio con una proposta da veri estimatori, affrontabile anche da chi non ama le sensazioni forti: "Anno Dracula" di Kim Newman, che parte da un finale alternativo del famoso romanzo di Stoker, e si dipana raggruppando molti altri personaggi della cultura popolare horror, nonché figure storiche dell'epoca, tra le quali una superba regina Vittoria.


Spero di avervi fatto cosa gradita con questo mio post.

Come sempre, fatemelo sapere nei commenti sui social, senza dimenticare che potete integrare questa lista con i vostri suggerimenti, sempre scrivendoli nei commenti o mandandomi un messaggio.


© 2020 by Hic Sunt Monstra. Proudly created with Wix.com

Hic Sunt Monstra di Simona Bonanni - P.Iva 06499490487

Sede legale: via Giuseppe Becherini 115 - 59100 Prato (PO)

E-mail: info@hicsuntmonstra.it

Cookie Policy     Privacy Policy  

  • Facebook Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon