• Simona

Un viaggio nei colori: nero





"Black nr 1" è una canzone di un gruppo che amo tantissimo, i Type O Negative. Mi ricorda che anche quando si parla di nero, non si parla mai di una sfumatura univoca e universale.


Ecco, per il nostro appuntamento con i colori, oggi parliamo proprio di nero. Sinonimo di negatività per eccellenza (sia in senso psicologico che materiale, in quanto il nero è definito come assenza di tutti i colori), vittima di pregiudizi e maldicenze, il nero sembra ogni tanto avere qualche rivalsa solo in ambito di eleganza ed etichetta.


E' interessante il fatto che, come accennavo, anche il nero, idealmente così assoluto, totale ed estremo, abbia in verità tantissime sfumature. Vi basterà prendere qualche capo nero dal vostro armadio e notare come, appoggiati l'uno accanto all'altro, non siano mai dello stesso colore.


La visione tradizionale di questo colore come negativo, addirittura malvagio, è a mio avviso parziale e ingiusta. Il nero è semmai il desiderio di non aderire alle regole convenzionali, di abbandonare la strada battuta per immergersi in ciò che è misterioso e imprevedibile.

E se le pietre nere sono famose per essere in grado di assorbire le energie negative, liberandoci dal loro peso, il nero come caos e assenza ricorda quel momento creativo in cui tutto deve ancora nascere e prendere forma, una concentrazione di energie in divenire tutt'altro che distruttiva. In molte tradizioni il nero è addirittura un colore sacro, e identifica le forze primordiali, quelle legate alla terra.


Il nero è diventato nel tempo una parte di me, un colore che indossato fa emergere la mia vera natura, perché non distrae con tonalità vigorose. È lineare, essenziale, mi abbraccia e mi dà significato in qualunque modo io mi senta: mi accetta per come sono.

Solamente quando creo ho bisogno del nero per contrasto, come in questa foto, dove più che mostrarvi il nero ne richiamo il potere negli accostamenti nell'eleganza nel senso poetico e immaginifico. Per me il nero è proprio questo: una poesia espressa meglio che a parole.


E voi come vedete il nero: colore must o vade retro?

© 2020 by Hic Sunt Monstra. Proudly created with Wix.com

Hic Sunt Monstra di Simona Bonanni - P.Iva 06499490487

Sede legale: via Giuseppe Becherini 115 - 59100 Prato (PO)

E-mail: info@hicsuntmonstra.it

Cookie Policy     Privacy Policy  

  • Facebook Social Icon
  • Pinterest Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon